CANI AL MATRIMONIO: SI, MA CON IL DOVUTO RISPETTO!

Ph. Generalfoto

Nel giorno del loro matrimonio, sono sempre più le coppie che decidono di includere i loro cani all’evento, considerati ormai membri della loro famiglia.

I ruoli che i cani possono ricoprire durante il matrimonio sono i più svariati, damigelle, paggetti, addirittura accompagnare gli sposi all’altare.

Damigelle e paggetti a quattro zampe, fanno si che la ricerca agli accessori come collari fioriti, pettorine elganti, papillon e cravattine, sia diventato un vero trend per ottenere scatti unici.

Ma c’è una cosa che non dobbiamo mai dimenticare quando decidiamo di includere i cani al matrimonio: il benessere animale deve venire prima di qualsiasi altra cosa!

Ph. Generalfoto

Quindi;

  1. Assicuratevi che la location scelta, sia per il rito che per il ricevimento, consenta la presenza di animali e di ricevere tutte le autorizzazioni necessarie.
  2. Entrate scenografiche, corse o messa in posa per gli scatti, solo se non richiedono alcuna forzatura!
  3. Assicuratevi che ci siano spazi confortevoli dedicati, non eccessivamente esposti alla folla, ai rumori e a qualsiasi fonte di pericolo o stress per il cane.
  4. Evitate tutti quegli accessori invasivi, acquistate solo attrezzatura professionale da provare con largo anticipo, va bene il fattore estetico, ma non dimenticate che non state agghindando un giocattolo ma un essere vivente!
  5. Ricordate che non avrete così tanto tempo per badare ai vostri amici a quattro zampe, quindi prendete in considerazione l’idea di ingaggiare personale dedicato, come un dog sitter professionista che se ne prenda cura.

Il Matrimonio è un giorno importante, ed è giusto includere tutto ciò che per voi è importante, ma come ogni cosa importante, abbiatene cura.

E voi cosa ne pensate?

Leggi anche

NOZZE LETTERALMENTE FUORI DAL COMUNE – Event planner & Creator in Lombardia (irenebaselli.com)

Le damigelle della sposa – Event planner & Creator in Lombardia (irenebaselli.com)

 

TESTIMONI DI NOZZE IN CHIESA: REQUISITI E FALSI MITI

ph. generalfoto

Scegliere i testimoni per il matrimonio è una delle scelte più profonde e introspettive durante la pianificazione delle nozze. Non si tratta solo di affidare un compito all’interno del matrimonio, ma è una dimostrazione di fiducia e stima profonda nei confronti di chi sceglierete. Per questo motivo tale scelta, va presa con la massima calma e consapevolezza tra le persone che vi stanno più a cuore. I testimoni, non sono solo coloro che vi supporteranno nel giorno del vostro matrimonio, ma dovrebbero essere coloro che sono al vostro fianco nella vita.

Testimoni di nozze in Chiesa: requisiti e falsi miti da sfatare

Passaparola errati, hanno generato parecchia confusione rispetto ai requisiti che devono o non devono avere i testimoni durante la funzione religiosa nel culto cattolico.

A differenza di quanto accade per gli sposi, che nel rito cattolico, devono necessariamente aver ricevuto Battesimo, Cresima e dimostrarlo con la relativa documentazione, i testimoni non devono necessariamente essere battezzati o cresimati. 

Ph. Generalfoto

Che requisiti devono avere i testimoni nel matrimonio in Chiesa?

I testimoni devono:

  1. Aver raggiunto la maggiore età.
  2. Essere capaci di intendere e volere.
  3. Essere in pieno possesso dei loro diritti civili.
  4. Essere almeno due ( minimo, uno per la sposa e uno per lo sposo).
  5. Se gli sposi o uno dei due è straniero o residente all’estero, è obbligatorio che almeno uno dei due testimoni abbia la cittadinanza italiana.
Ph. Generalfoto

Che requisiti non sono richiesti ai testimoni nel matrimonio in Chiesa?

I testimoni non devono necessariamente essere:

  1. Battezzati e cresimati, (requisiti invece richiesti dal canone 874 agli sposi e a padrino e madrina di Battesimo e Cresima).
  2. Cattolici praticanti
  3. Essere in numero pari
  4. Non separati o divorziati

Questo perchè all’interno del rito cattolico è il Parroco a ricoprire il ruolo religioso, mentre ai testimoni spetta il compito di apportare le firme sul registro dei matrimoni dopo la lettura degli articoli del Codice Civile ricoprendo così un ruolo puramente civile.

Leggi anche:

https://irenebaselli.com/nozze-letteralmente-fuori-dal-comune/

TUTTO QUEL CHE DEVI SAPERE SULLE PARTECIPAZIONI DEL MATRIMONIO

Le partecipazioni di nozze, oltre ad essere un utilissimo strumento informativo per dare agli ospiti indicazione su luogo e orario di cerimonia e ricevimento, preannunciano  l’atmosfera di quello che sarà il matrimonio vero e proprio. Per questo è importante che le partecipazioni rispecchino lo stile e il mood del matrimonio. Avete scelto un matrimonio formale ed elegante in una villa? oppure un ricevimento vivace in un bellissimo agriturismo? scegliere la modalità di comunicazione, il design e i materiali  coerenti con le vostre scelte, aiuterà fin dal principio l’ospite a capire a che tipo di evento dovrà partecipare e agire di conseguenza.

Ph. Gilberti Ricca Studio

Origini e tradizioni

La tradizione vuole che siano i genitori a fare l’annuncio delle nozze. Quindi nella loro forma più tradizionale le partecipazioni di nozze presentavano nella parte sinistra i nomi dei genitori dello sposo, mentre a destra i nomi dei genitori della sposi e al centro la frase “annunciano il matrimonio dei loro figli”, seguita dai nomi dei due sposi. I tempi sono cambiati e ad oggi le formule con la quale annunciare il proprio matrimonio sono tante e personalizzate in base alla coppia e allo stile del matrimonio, non è insolito infatti che le coppie con figli, facciano annunciare a loro le nozze all’interno della partecipazione.

Oltre al modo di comunicare, la partecipazione è mutata nel tempo anche nella sua forma, oggi in molti prediligono la partecipazione digitale.

Partecipazioni cartacee o digitali?

Sebbene le partecipazioni cartacee mantengano il loro fascino senza tempo, sono sempre più le coppie che scelgono di annunciare il loro matrimonio attraverso soluzioni digitali. Ma quali sono i veri vantaggi della partecipazione digitale:

  1. Ridurre i costi, l’unica spesa per voi sarà il progetto digitale.
  2. Guadagnare tempo in fase di consegna, vi basterà qualche click.
  3. Abbattere gli sprechi e ridurre l’impatto ambientale associato alla produzione di materiale cartaceo, se si sta optando per un matrimonio green.

La scelta tra partecipazione digitale o cartacea è strettamente legata allo stile degli sposi, al mood del matrimonio e alla tipologia degli invitati. La partecipazione digitale è sconsigliata in matrimoni molto formali, ma anche nel caso in cui abbiate invitati poco inclini alla tecnologia come ad esempio i nonni che magari non hanno un indirizzo mail e Whatsapp, in quest’ultimo casi il consiglio è quello di prevedere parte degli inviti cartacei e parte digitali.

ph. Gilberti Ricca studio

Partecipazioni Ecologiche

Se volete ridurre l’impatto ambientale del vostro matrimonio ma non volete comunque rinunciare al fascino della partecipazione fisica potete optare per delle partecipazioni ecologiche realizzate con materiali rispettosi per l’ambiente. Dalla carta riciclata fatta a mano a quella che germoglia, dalla carta realizzata con il cotone, a quella estratta dalle alghe oppure con gli scarti di lavorazioni agro- industriali .    Se volete approfondite il tema partecipazioni ecologiche non perdetevi l’articolo dedicato:

ECO STATIONERY, PER UN MATRIMONIO PIU’ SOSTENIBILE – Event planner & Creator in Lombardia (irenebaselli.com)

Che siano digitali o cartacee, le partecipazioni dovranno contenere:

  1. Tutte le indicazioni di luogo e orario di cerimonia e ricevimento.
  2. Il nome ( scritto a mano sulla busta) della persona o della famiglia a cui è rivolto l’invito.
  3. Le indicazioni su eventuale dress code.
  4. L’RSVP, Rèpondez s’il vous plait ovvero ” Si prega di rispondere” , con la data entro il quale dovranno comunicare la loro presenza e la modalità di conferma, indicando per esempio un recapito telefonico oppure un indirizzo mail, scegliete sempre il veicolo di comunicazione che gli invitati dovranno utilizzare per evitare di essere troppo dispersivi e confondere le idee

Le partecipazioni dovranno rispettare il tema, il mood e i colori del matrimonio, non tanto per coerenza visiva, quanto più, per anticipare all’ospite ciò che sarà l’evento.

Posso mettere l’iban nella partecipazione?

Se da un lato è vero che mettere l’iban sulla partecipazione può risultare poco elegante, è anche vero che la tradizionale lista nozze sta diventando sempre meno utile in quanto il 95% delle coppie, arrivano al matrimonio con una convivenza alle spalle e quindi tutto il necessario per la casa. Ne consegue che il regalo più utile resta comunque il denaro, che piaccia oppure no.

Quindi Iban si o Iban no?

1. Dipende dalla situazione, evitatelo categoricamente i matrimoni molto formali.
2. Dipende dalla tipologia degli invitati, pensate a loro e a come potrebbero reagire.

3. Dipende da dove scegliete di scrivere l’iban, potete optare per un cartoncino a parte, oppure realizzare il sito internet del matrimonio.

4. Dipende dal modo in cui scrivete l’iban, non è tanto il dirlo, è come dirlo, scegliete una formula accattivante che faccia sentire i vostri ospiti a loro agio con la richiesta.

quanto tempo prima dare le partecipazioni

Secondo il Galateo, le partecipazioni di nozze dovrebbero essere recapitate dai tre ai quattro mesi prima, se le nozze sono però previste in periodi di festività come ad esempio quelle estive o natalizie è bene anticipare la consegna dai sei ai sette mesi prima per permettere agli invitati di organizzarsi al meglio e prendere ferie, lo stesso vale nel caso in cui gli ospiti vivano lontano. A questi ultimi servirà ancora più tempo per poter organizzare spostamenti e prenotare voli e alloggi. Una buona idea sarebbe quella di inviare loro un Save The Date, ovvero un pre-invito in cui si comunica la data .

Ricordatevi che se optate per partecipazioni artigianali e personalizzate i tempi di realizzazione non potranno essere immediati come l’acquisto di format online, di conseguenza iniziate a muovervi con largo anticipo per poterle sviluppare.

la consegna a mano delle partecipazioni

La tradizione vuole che le partecipazioni vengano consegnate a mano, un occasione per incontrare parenti e amici, se optate per questa soluzione mettete in conto che vi servirà del tempo, tanto tempo, un consiglio? sfruttate le festività, come vacanze natalizie o pasquali, in cui le occasioni in cui incontrare più famiglie e gruppi di persone negli stessi giorni sarà più facile.

leggi anche:

ECO STATIONERY, PER UN MATRIMONIO PIU’ SOSTENIBILE – Event planner & Creator in Lombardia (irenebaselli.com)

Organizzazione matrimonio: dall’idea alla moodboard d’ispirazione (irenebaselli.com)

L’IMPORTANZA DEL SERVICE AUDIO LUCI AL MATRIMONIO

Il giorno del matrimonio è un momento unico e speciale che rimarrà per sempre tra i vostri ricordi più cari, per questo merita di essere celebrato e valorizzato al massimo, creando un’atmosfera memorabile per voi e per i vostri ospiti.

Se da un lato l’atmosfera all’interno del matrimonio viene creata da musicisti e intrattenitori, dall’altra, non possiamo trascurare tutta la parte tecnica che ne consegue.

Per garantire un’atmosfera suggestiva e coinvolgente il giorno del vostro matrimonio infatti, gli ingredienti sono due:

  1. Suono di qualità
  2. Light design curato

questi due elementi sono garantiti grazie ad un fornitore essenziale nella pianificazione del matrimonio: Il Service Audio Luci. 

Chi è e a cosa serve il Service Audio Luci

Il Service Audio Luci è un’azienda specializzata nella fornitura di attrezzature per l’illuminazione e l’amplificazione dell’audio, ed è composta da un team di tecnici esperti  in grado di progettare, installare e gestire le apparecchiature necessarie alla riuscita di un evento come un matrimonio. Il Service Audio Luci supporta il lavoro di musicisti e intrattenitori attraverso l’attrezzatura adatta e l’assistenza tecnica necessaria,  gestisce la progettazione del light design che conferisce atmosfera all’evento.

Cosa fa un Service Audio Luci?

  • Consulenza e Progettazione: il Service Audio Luci, non si limita a noleggiare attrezzature, ma sulla base delle esigenze, della tipologia dell’evento, degli spazi messi a disposizione, delle caratteristiche specifiche della location come dimensioni e impianti elettrici, realizza un vero e proprio progetto audio luci personalizzato al fine di ottenerne il massimo successo.
  • Allestimento: il Service Audio Luci si occupa dell’installazione degli impianti audio luci, nel massimo rispetto della location in cui si trova, rispettandone le regole, gli orari e gli spazi.
  • Assistenza tecnica : il Service Audio Luci durante il matrimonio mette a disposizione dei tecnici specializzati  per la gestione dell’illuminazione e la regolazione del suono, contribuendo a creare l’atmosfera giusta e valorizzando il lavoro di musicisti e intrattenitori e di conseguenza il successo del vostro evento. Evita inoltre che si verifichino problemi, intervenendo tempestivamente a risolvere eventuali intoppi o malfunzionamenti dell’attrezzatura.
  •  Smontaggio: al termine dell’evento il service audio luci si occupa del disallestimento, nei tempi contrattuali stabiliti con la location.
  • ph. Giuliano Lo Re

    A cosa serve il Service Audio Luci al matrimonio?

    Durante il matrimonio il Service Audio Luci è un valore aggiunto, perché garantirà;

    Atmosfera coinvolgente: Per creare un’atmosfera coinvolgente il giorno del matrimonio e il tanto ricercato effetto wow, il service audio luci lavorerà per ottenere un suono di qualità e light design curato.

    Qualità del suono: niente microfoni gracchianti e casse che fischiano durante cerimonia e ricevimento, il service audio luci dispone infatti di tutte le attrezzature adatte per garantirvi la massima qualità del suono, amplificando al meglio le voci in quelli che sono i momenti più suggestivi delle nozze, come il rito e i discorsi e supportando a livello tecnico ogni performance musicale in modo che possiate goderne a pieno senza intoppi, ottenendo un’atmosfera coinvolgente e omogenea.

    Light design suggestivo:

    Il Service Audio Luci progetterà per voi un’illuminazione su misura che valorizzi la location con particolare attenzione ai punti in cui si svolgeranno i momenti più significativi di cerimonia e ricevimento, come per esempio il taglio della torta, dove potrà prevedere colpi di scena ed effetti wow, installando per esempio fontane luminose o altri effetti che lasceranno i vostri ospiti a bocca aperta.

    Assistenza tecnica:

    Durante il matrimonio il service audio luci mette a disposizione il supporto di tecnici esperti in grado di installare e gestire l’attrezzatura adatta, in modo da garantirvi un’esperienza unica e senza imprevisti. I tecnici saranno in grado non solo di regolare il funzionamento delle attrezzature e di intervenire tempestivamente in caso di problemi, ma anche di gestire audio e illuminazione per valorizzare i momenti salienti del matrimonio, per esempio alzare la musica e le luci durante l’ingresso in sala degli sposi, oppure abbassarle e far partire delle fontane luminose durante il taglio della torta, tutti dettagli che contribuiscono a generare l’effetto wow del matrimonio.

    Quando necessario il Service Audio Luci, si occuperà  dello spostamento di punti musica ( come casse e consolle ecc) da un punto all’altro della location, in modo da limitare il costo di noleggio dell’attrezzatura sfruttando al massimo il potenziale di quella scelta.

    L’importanza di un Service Audio Luci durante un matrimonio va ben oltre la semplice fornitura di attrezzature e servizi tecnici. Si tratta di creare un’esperienza sensoriale coinvolgente che rimarrà impressa nei vostri ricordi e in quella dei vostri ospiti.

    Leggi anche:

    Come scegliere la musica per il tuo matrimonio (irenebaselli.com)

    Come scegliere il dj per il tuo matrimonio (irenebaselli.com)

    TUTTE LE CARATTERISTICHE CHE DOVREBBE AVERE IL DJ DEL TUO MATRIMONIO

    Ph. Generalfoto

    La musica al matrimonio è un elemento troppo importante per affidarla a chiunque. La musica scandisce il ritmo del matrimonio e ne condiziona l’atmosfera, scegliere accuratamente i professionisti che se ne prenderanno cura è quindi fondamentale. Tra gli artisti che non possono mancare ad un matrimonio c’è senza dubbio il dj.

    Come scegliere il dj al matrimonio?

    Requisiti base che dovrebbe avere il dj per il vostro matrimonio:

    1. Essere un dj professionista, che disponga e sappia utilizzare tutte le attrezzature necessarie. ( No improvvisati, no amici, no cugini)
    2. Avere esperienza nel settore wedding, l’approccio che ha un dj ai matrimoni è molto diverso da quello che ha nei club. La differenza sostanziale è che, mentre nei club il dj esprime la sua massima interpretazione artistica, in quanto sono le persone a entrare per ascoltare il suo repertorio, nei matrimoni le persone sono lì per festeggiare i futuri sposi, è dunque il dj a mettere il proprio repertorio a servizio degli ospiti, adattandolo e creando una proposta musicale ad hoc sui futuri sposi e sul matrimonio.

    Quali sono le skills che dovrebbe avere il dj per il vostro matrimonio?

    1. Capacità di interpretare i vostri gusti musicali e lo stile del vostro matrimonio, creando una proposta musicale adatta a voi e ai vostri ospiti.

    2. Disponibilità ad ascoltare e assecondare le vostre richieste musicali, ma anche capacitò di rifiutare l’incarico qualora le richieste siano completamente in contrasto con il proprio stile o visione artistica.

    3. Capacità di gestire e scandire i momenti importanti del matrimonio, gli ingressi degli sposi, il lancio bouquet, il taglio della torta, il primi balli ecc.

    4. Capacità di improvvisare e cambiare in corso d’opera qualora il repertorio pensato non stia funzionando come si sperava

    5. Capacità di leggere il pubblico, accendere la festa quando il coinvolgimento sembra scemare e placarla invece quando sembra degenerare.

    6. Capacità di accogliere e gestire le diverse richieste musicali che riceverà durante la festa.

    Come scegliere il dj adatto al vostro matrimonio?

    Fate ricerca, ascoltate il repertorio, guardate i profili social, i canali youtube e se vi è possibile andate ad ascoltare le loro performance dal vivo.

    Stai organizzando la musica del tuo matrimonio?

    Leggi anche

    https://irenebaselli.com/come-scegliere-la-musica-del-matrimonio/

     

     

    COME SCEGLIERE LA MUSICA DEL MATRIMONIO

    Ph. Giuliano Lo re

    Uno degli elementi fondamentali per la buona riuscita di un matrimonio è la musica. La musica del matrimonio,  scandisce il ritmo della giornata e definisce il mood delle nozze, ovvero l’atmosfera che volete creare quel giorno.

    Per questo è necessario, durante la pianificazione della musica del matrimonio, non limitarsi alla scelta degli artisti da coinvolgere, ma ragionare in ottica di un vero e proprio progetto musicale, in cui ogni fase viene studiata nel dettaglio, stile, mood, tipologia di intrattenimento, brani, aspetti visual ecc.

    Da dove partire per la scelta della musica del vostro matrimonio

    1. Dalla musica che vi piace. Partite da ciò che più vi rappresenta, dalla musica che amate ascoltare, da quello che vi fa ballare e sentire bene.
    2. Dallo Stile dei vostri ospiti. Il matrimonio è il vostro è vero, ma non dimenticatevi che per coinvolgere i vostri ospiti e creare un clima coeso e di festa, è necessario che pensiate anche a ciò che potrebbe piacere ai vostri invitati.
    3. Dal mood del matrimonio, dall’atmosfera che volete creare quel giorno. Volete un clima conviviale e tranquillo? oppure un’atmosfera di festa in cui ballare e cantare?

    Come definire il progetto musicale per il vostro matrimonio

    Fase 1. Definite il mood che desiderate per ogni fase del matrimonio;

    La musica durante il matrimonio si suddivide in quattro fasi principali:

    1. Musica del rito
    2. Musica dell’aperitivo
    3. Musica durante il pranzo o la cena
    4. Musica della festa

    Definite quale mood volete creare in ogni fase del matrimonio, ricordatevi che non è necessario che il mood della musica del matrimonio sia uguale in tutte le sue fasi, anzi , l’ingrediente principale per un progetto musicale ben riuscito è la varietà, creerete una situazione dinamica, vivace ed incontrerete i gusti di più persone.

    Fase 2. Associate il genere musicale che vi piacerebbe e che meglio esprima il mood scelto per ogni fase del vostro matrimonio ( classica, jazz, funcky, rnb, soul ).

    Fase 3. Scegliete come vorreste che questo genere musicale/mood fosse interpretato. Musica live o dj set? band o solo? coro o quartetto ad archi? per ogni fase del matrimonio fate una lista delle tipologie di artisti che vi piacerebbe coinvolgere. Vi aiuterà a intraprendere una ricerca più mirata.

    Fase 4. Definite il budget che volete investire sul progetto musicale del vostro matrimonio e partire alla ricerca degli artisti che si occuperanno della colonna sonora del vostro grande giorno.

    Mi raccomando, non scegliete a caso, ma informatevi molto bene sulla loro esperienza nel mondo wedding, sul loro repertorio, sulle attrezzature e sulle loro modalità di lavoro ( servizi, clausole, orari) , guardate i loro profili social, canali Youtube e se possibile andate ad ascoltare le loro performance dal vivo.

    Ph. Giuliano Lo Re

    Musica al matrimonio, cosa dovete assolutamente ricordare

    Una volta scelti gli artisti che si occuperanno dell’intrattenimento del vostro matrimonio;

    1.Definite con loro i brani dei momenti principali, come ingresso sposi in sala, lancio del bouquet, taglio torta e primi balli

    2. Rispettate le regole di volumi e orari previsti dalla legge nel luogo in cui vi sposerete, informate i musicisti che avete incaricato sul regolamento ed eventuali limitazioni, per evitare di andare incontro a sanzioni.

    3. Definite il timing con gli artisti coinvolti, date loro la scaletta del matrimonio, le tempistiche del catering, ed eventuali interventi da parte di altri artisti o di momenti di gioco o discorsi organizzati da parenti e amici.

    4. Richiedete il permesso Siae ( Società Italiana degli autori ed editori) che prevede il pagamento dei diritti d’autore della musica trasmessa.

    Se pensate che tutto questo sia troppo complicato da gestire in autonomia, potete sempre rivolgervi a un wedding planner che vi aiuterà a pianificare al meglio la musica del vostro matrimonio!

    Leggi anche

    WEDDING PLANNER, CHI È, COSA FA, PERCHÈ MI SERVE – Event planner & Creator in Lombardia (irenebaselli.com)

    Come scegliere il dj per il tuo matrimonio (irenebaselli.com)

    VADEMECUM PER L’ALLESTIMENTO FLOREALE DEL VOSTRO MATRIMONIO

    La scelta dell’allestimento floreale, è tanto creativa quanto complessa, il mondo dei fiori è sconfinato e addentrarvi in autonomia potrebbe farvi cadere in frustrazione, i miei consigli sono;

    1. Affidatevi a un flower designer professionista e lasciatevi guidare; no, vostra zia non è una flower designer per matrimoni, anche se i ciclamini che coltiva sono i più belli del quartiere e, attenti, non tutti i fioristi sono formati per occuparsi di eventi, fare mazzi e creare allestimenti richiedono capacità e formazioni differenti.
    2. Seguite i consigli dei professionisti del wedding a cui vi affiderete, non solo estetici, ma anche tecnici e logistici. Se dovessero sconsigliarvi l’utilizzo di un fiore, fidatevi, può essere che per motivi di conservazione o lavorazione non siano adatti a ottenere il risultato desiderato.
    3. Seguite il ritmo delle stagioni, ogni periodo dell’anno ha i suoi fiori e colori, siate flessibili, non sempre le stagioni offrono i fiori promessi, le fioriture dipendono dal clima e, come ben sapete, siamo in un periodo di continuo cambiamento.
    4. Non dimenticate stile e mood e luogo del matrimonio sia nella scelta dei fiori che nella tipologia di composizioni o supporti, ad esempio siete sicuri che un allestimento di girasoli con cestini di vimini e tronchi siano adatti ad una villa?
    5.  Prediligete la territorialità, anche in Italia abbiamo sempre più flower farm, scegliere un fiore a filiera corta, farà bene all’ambiente e al mercato italiano

    Cosa non dire mai a un flower designer

    1. ” Quanto costano i fiori del matrimonio?”, quali? quanti? quando? dove? un flower designer lavora a progetto, per tanto il costo di un allestimento floreale non si basa solo sul costo della materia prima, ma su tanti altri fattori quali: lo sviluppo del progetto creativo, la logistica, le tecniche di composizione e conservazione, il trasporto, la manodopera e l’eventuale smaltimento dei fiori.
    2.  ” I fiori del matrimonio non servono a niente”, perfetto allora cosa ci fai da un flower designer? vai al bar 🙂 .
    3. ” Aggiungiamo più verde così l’allestimento del matrimonio costa meno”, che il verde costi meno dei fiori è una leggenda metropolitana, quindi mettetevi in testa che non è una soluzione per abbattere il costo dell’allestimento floreale del vostro matrimonio.
    4. “Tanto i fiori del matrimonio non li guarda nessuno”, perfetto, allora cosa ci fai da un flower designer? vai al bar.
    5. “Tanto i fiori del matrimonio si buttano”, non è poi così vero.

     

    Come riutilizzare i fiori del matrimonio?

    L’Ansa ha stimato che un matrimonio di circa 100 invitati, è in grado di produrre almeno 5 tonnellate di anidride carbonica, una cifra non indifferente contando che, secondo i dati Istat, nel 2022, solo in Italia sono stati celebrati 96841 matrimoni. Creare un evento a impatto zero è tuttavia molto difficile, quel che possiamo fare è agire in modo più consapevole per contenere gli sprechi e riciclare il più possibile i materiali impiegati.

    1. il flower bar, una soluzione amatissima dagli sposi, una coccola per gli ospiti che aiuta a contenere gli sprechi, si tratta di un servizio che molti flower designer offrono, che consiste nello smontaggio degli allestimenti floreali a fine banchetto, da cui vengono ricavati dei mazzi da regalari agli ospiti a fine giornata.
    2. Fai seccare i fiori per crearne decorazioni oppure utilizza i boccioli per creare potpourri per profumare casa.

    Leggi anche:

    COME SCEGLIERE LA LOCATION DEL MATRIMONIO PASSO DOPO PASSO – Event planner & Creator in Lombardia (irenebaselli.com)

     

    TUTTO QUEL CHE DOVRESTI SAPERE SUL MENÙ DELLE NOZZE

    menu del matrimonio

    La scelta del menu di nozze è senza dubbio una delle scelte più delicate durante la pianificazione del matrimonio, non solo perché incontrare i gusti di tutti risulta molto complesso, ma anche perché dovrete tener conto di diversi fattori;

    1. Budget; tenete conto fin da subito che il 70% del budget del matrimonio dovrà essere dedicato al banchetto e che, fare tagli sul cibo soprattutto sulla sua qualità, è molto deleterio per la riuscita dell’evento, per contenere i costi, prediligete sempre prodotti locali e soprattutto di stagione.
    2. Varietà; la varietà è fondamentale, non solo perché vi permetterà di soddisfare più palati, ma perché aumenterà il fattore esperienziale della vostra giornata che è ciò di cui i vostri ospiti si ricorderanno
    3. Quantità; l’ospite va coccolato non ingozzato!
    4. Esperienza; l’esperienza non è data solo dalla varietà del menù, ma anche dall’aggiunta di corner tematici in cui gli ospiti possano fare esperienza
    5. Timing; il timing del menù è fondamentale, capire quanto tempo c’è tra una portata e l’altra per inserire eventuali intrattenimenti e discorsi

    Scegli il menù in base al mood del matrimonio

    Cosa significa? Che la struttura del menù del matrimonio, come la musica, contribuisce a dare un ritmo e un carattere al matrimonio, per questo deve essere adatto al mood che avete scelto di dare al vostro giorno e quindi all’atmosfera che vorrete avere.

    Avete optato per un matrimonio formale e tranquillo? Allora sceglierete più portate a tavola.
    Volete creare del momenti di discorso o intrattenimento durante il pranzo/cena? Strutturate delle lunghe pause tra una portata e l’altra.

    Volete un clima di festa e creare una situazione dinamica?
    Pensate a un aperitivo lungo e ricco di isole, poche portate servite e di nuovo un bel buffet di dolci con isole tematiche.

    E mi raccomando, mettete sempre il catering a conoscenza delle vostre intenzioni!
    Affidate il vostro evento a professionisti del settore, fidatevi di loro e lasciatevi guidare!

    Leggi anche

    MATRIMONIO E SCELTA DEL CATERING: CONSIGLI E SCONSIGLI – Event planner & Creator in Lombardia (irenebaselli.com)

    ORGANIZZAZIONE DEL MATRIMONIO: DALL’IDEA ALLA MOODBOARD

    Progetto tecnico e progetto creativo: due facce della stessa medaglia

    Per organizzare un matrimonio, è molto importante sviluppare parallelamente due aspetti: il progetto tecnico e il progetto creativo, due facce della stessa medaglia, che, se ben strutturate, danno vita ad un evento che funzioni sia a livello logistico che estetico.

    Il progetto tecnico comprende: burocrazia, logistica, budget, time line e tutti quegli aspetti tecnici e strutturali, che servono per costruire la base solida del organizzazione del matrimonio.
    Il progetto creativo, invece, comprende, stile, mood, tema, palette colori e tutti gli aspetti visual ed emozionali che rendono il giorno del vostro matrimonio unico e personalizzato.

    Progetto creativo, da dove iniziare?

    Per sviluppare il progetto creativo del vostro matrimonio i passaggi sono tre:

    1. Ricerca per immagini
    2. Ricerca dentro voi stessi
    3. Creazione di una wedding moodboard d’ispirazione

    Ricerca per immagini

    Che sia su Pinterest, Instagram, blog o riviste di settore, è bene che la ricerca per immagini non vi sfugga di mano e, soprattuttoe che venga fatta in modo consapevole. Cosa intendo? Niente giornate intere su Pinterest e cartelle di duemila immagini, vi confonderanno solo le idee e vi faranno cadere in frustrazione, dedicate il giusto tempo e soprattutto fatelo con leggerezza, divertitevi!

    Siate consapevoli, gli allestimenti del matrimonio che probabilmente vi colpiranno di più, saranno quelli altamente scenografici, mettete in conto che potrebbero non corrispondere al budget che vi siete prefissati. Potrebbe inoltre accadere che le immagini trovate non siano di eventi reali, ma shooting di ispirazione per matromonio e, quindi, essere si molto belli, ma anche poco funzionali nella realtà.

    Non dimenticate che la ricerca per immagini serve a ispirarvi, capire cosa vi piace e cosa no, cosa sentite più vostro e cosa invece non vi rappresenta, quindi durante la ricerca;

    1. Non siate dispersivi (fate un lavoro di ricerca e selezione, fino ad arrivare all’essenziale)
    2. Siate realisti
    3. Lasciatevi ispirare senza l’aspettativa che i fornitori faranno copia e incolla di ciò che gli mostrerete

    Ricerca dentro voi stessi

    Il progetto creativo non è una montagna da scalare, è una montagna da scavare!

    Dopo aver fatto una ricerca esterna, osservando tutto il materiale raccolto, è arrivato il momento di guardarvi dentro e ricercare l’autenticità. Iniziate quindi a fare una scrematura delle immagini, distinguendo ciò che oggettivamente è bello e cosa invece sentite vostro. Spesso infatti nella prima fase di progettazione, i desideri e le esigenze che pensate di avere, sono dettate da condizionamenti esterni.

    Esistono quattro tipi di condizionamento:

    1. Ciò che è dettato dalla tradizione e dalla concezione che la società ha di matrimonio
    2. Ciò che potrebbe piacere o stupire i vostri ospiti
    3. Ciò che va di moda
    4. Ciò che hanno fatto i vostri amici/parenti

    Piccolo suggerimento per eliminare i condizionamenti esterni:  davanti ad ogni immagine chiedetevi “mi piace? lo sento nostro? lo vedo su di noi?

    Attraverso questo lavoro di “pulizia” da stereotipi e condizionamenti,  vedrete che la vostra ricerca per immagini da generale, inizierà a essere sempre più essenziale e, soprattutto, autentica e affine alle vostre inclinazioni naturali.

    Stile, mood, tema e palette colori

    Una volta fatta la vostra ricerca per immagini ed esservi liberati dai condizionamenti esterni, siete pronti per definire stile, mood, tema e colori del vostro matrimonio. Cosa sono?

    La palette colori del matrimonio, è l’insieme di più colori o di sfumature di uno stesso colore che vorrete far emergere durante l’evento.

    Lo stile è il taglio che volete dare all’evento e nasce dall’insieme di tutte le vostre scelte (in termini di forme, colori e materiali), tra gli esempi di stile abbiamo il matrimonio classico, il matrimonio country, il matrimonio bho chic.

    Il Wedding mood è l’atmosfera che volete creare; quando parliamo di formale, elegante, festoso restrò, stiamo parlando di mood.
    Il Tema del matrimonio è l’argomento, l’oggetto a cui ci si ispira per la creazione dell’evento.

    Se volete approfondire l’argomento di stile, mood, tema e palette colori leggete anche.

    Stile mood tema: i falsi gemelli – Event planner & Creator in Lombardia (irenebaselli.com)

    La wedding moodboard di ispirazione

    Siete giunti alla fase finale del vostro progetto, una volta fatta la ricerca per immagini ed esservi fatti un’idea di stile, mood, tema e palette colori, selezionate le immagini più rappresentative e fatene un collage, potete realizzarlo sia digitalmente che su supporto cartaceo.

    Letteralmente Moodboard significa infatti, “tavola dell’umore”, ed è una sorta di raccoglitore di idee per un matrimonio che vi aiuterà a comunicare al meglio i vostri desideri ai fornitori.

    In cosa può aiutarvi la moodboard di ispirazione durante la pianificazione del matrimonio?

    1. Selezionare e sintetizzare le idee che vi rispecchiano di più
    2. Avere un’idea di insieme di quello che sarà il progetto creativo del vostro matrimonio
    3. Comunicare i vostri desideri ai fornitori, evitando concetti vaghi, interpretabili e soprattutto fraintendibili.
    4. Avere una linea guida durante lo sviluppo del progetto

    Ricorda che la moodboard del matrimonio è solo il punto di partenza durante il progetto creativo, quindi una volta presentata ai fornitori lasciatevi guidare, accettate proposte alternative e siate flessibile, fidatevi sempre dei fornitori che avete scelto.

    Volete imparare a creare la vostra moodboard? Andate sul link e iscrivetevi subito a Wedding Flavour!

    Wedding Flavour – Enjoy and plan – Event planner & Creator in Lombardia (irenebaselli.com)

     

     

    LA SCELTA DELL’ABITO DA SPOSA: DA DOVE INIZIARE

    Scegliere l'abito da sposa

    Da dove cominciare per scegliere l’abito da sposa?

    Prima di iniziare con la ricerca è bene togliersi dalla testa l’idea di vagare a caso e provare qualsiasi cosa, fidatevi, oltre ad essere una grande perdita di tempo non è così divertente come pensate. Infilare e sfilare un abito da sposa, non è semplice come farlo con un abitino di Zara e, soprattutto, provare di tutto e di più vi aiuterà solo ad avere le idee confuse.

    Pret-à-porter o abito su misura?

    Prima di iniziare la ricerca è fondamentale chiedersi se si vuole optare per un abito da sposa già confezionato oppure per un abito da sposa su misura. È bene chiarire questo principio fin dall’inizio, perché si tratta  di due percorsi completamente diversi che richiedono due approcci differenti.
    Scegliere un abito da sposa da collezione ti permetterà di vederlo, provarlo fin da subito, e personalizzarlo nei limiti del personalizzabile.

    Creare un vestito da sposa da zero, ti permetterà invece di scegliere ogni dettaglio, dalla forma, al tessuto, ma dovrai armarti di pazienza, immaginazione e fiducia nei confronti di chi lo sta realizzando perché ci vorrà tempo prima di poterlo vedere per davvero, pensi di riuscire a non avere tutto sotto controllo?

    Accettare il consiglio delle persone care non significa accettare i giudizi di tutti!

    Scegliete bene le persone con cui condividere il momento della scelta e delle prove abito e, vi prego, di non accettare commenti inappropriati anche se da parte di persone a cui volete bene. Spesso le persone sparano il loro giudizio, senza minimamente pensare all’impatto che le parole possono avere!
    Ognuno ha il suo personale rapporto con il corpo, che va rispettato e che, durante la scelta dell’abito da sposa, è amplificato al 200% in quanto si ha la consapevolezza che il giorno delle nozze si avranno gli occhi di tutti puntati addosso.

    Per favore, non dite/accettate frasi come “devi perdere qualche chilo“, “dai un po’ di dieta e sarai perfetta“, “da oggi ci iscriviamo in palestra“, “una sposa con gli occhiali da vista non va bene“.

    Quel giorno , non dovrai essere un’altra, dovrai essere tu!
    E se sei abituata a portare gli occhiali da vista perché dovresti mettere le lenti a contatto? Perché dovresti essere più magra, più bionda o con i capelli più lunghi?
    Chi ti sta aspettando all’altare sta sposando te, non la taglia in meno che qualcuno ti ha detto di dover perdere! Non la maschera di perfezione che hai scelto di portare quel giorno!

    Esiste solo una taglia ad essere perfetta ed è la tua!

    Esiste solo una bellezza veramente bella, ed è la tua!

    Siamo nel 2023! piantiamola di dire alle future spose che devono essere diverse e, soprattutto, che devono dimagrire!

    LEGGI ANCHE:

    COME SCEGLIERE LA LOCATION DEL MATRIMONIO PASSO DOPO PASSO – Event planner & Creator in Lombardia (irenebaselli.com)

    TUTTO SUL BOUQUET DA SPOSA – Event planner & Creator in Lombardia (irenebaselli.com)